Stranger Things 2, personaggi e altre novità sulla nuova stagione

Stranger Things

Arrivano sul web nuove anticipazioni sulla seconda stagione di Stranger Things, la serie tv americana sci-fi e horror ideata per la piattaforma di streaming on demand Netflix. In particolare è stato intervistato il giovane attore Gaten Matarazzo, che veste i panni di Dustin all’interno del telefilm ambientato negli anni ottanta.

Al debutto della prima stagione su Netflix nel 2016, il pubblico ha immediatamente amato il cast di talento composto, tra gli altri, dai giovani attori Finn Wolfhard, Millie Bobby Brown, Gaten Matarazzo e Caleb McLaughlin, che impersonano rispettivamente Mike Wheeler, la misteriosa Undici, Dustin Henderson e Lucas Sinclair, senza dimenticare gli altrettanto bravi Winona Ryder nei panni di Joyce Byers e David Harbour, che veste i panni del capo della polizia Jim Hopper.

In una recente intervista rilasciata al The Huffington Post, Matarazzo si è sbottonato con alcune informazioni sull’imminente nuova stagione 2, che arriverà con le nuove puntate su Netflix il giorno di Halloween, ossia il 31 ottobre 2017.

Gaten Matarazzo
Innanzi tutto verranno date delle spiegazioni riguardo a ciò che si è già visto nella prima stagione, ma ci sono anche alcune nuove storie in arrivo, che probabilmente verranno approfondite meglio se ci sarà una stagione 3. In particolare, in questi nuovi episodi abbiamo in serbo un grande colpo di scena che senza dubbio renderà tutto più emozionante.

Ma anche i creatori della serie tv, i fratelli Duffer, si sono sbottonati, dando qualche informazione sul secondo capitolo che porterà sul piccolo schermo nuovi personaggi, come quello ricoperto da Sean Astin.

I fratelli Duffer
E’ un manager di Radioshack, ed esce con Joyce. E’ un ragazzo dolce. Crediamo che Sean, più di chiunque altro che è salito a bordo in questa stagione, sia assolutamente perfetto per questo ruolo. Probabilmente, sulla carta, era il ruolo meno interessante, anche perché non era stato pensato per essere uno dei più importanti. Ma poi ha finito per assumere maggiore centralità. La sua performance elevata ci ha ispirato e siamo riusciti a far evolvere il suo personaggio man mano che andavamo avanti, fino a farlo diventare quel grande ruolo che è ora.

[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *